Ucraina. Critica della politica internazionale

Alessandro Orsini ha conquistato il centro del dibattito per le sue tesi dirompenti sulla guerra in Ucraina. Mai, nella storia dell’Italia repubblicana, un intellettuale era stato sottoposto a un attacco politico e mediatico così duro e prolungato. Questo volume risponde alle domande più importanti del momento.

La prima parte ricostruisce le tappe cruciali dello scontro tra Nato e Russia dal 1999 a oggi.

La seconda mette a nudo l’arretratezza culturale dell’Italia in materia di sicurezza internazionale e spiega la strategia americana del dissanguamento della Russia, introducendo il pensiero strategico di Mearsheimer.

La terza rivela il progetto politico-culturale di Orsini e il modo in cui lo persegue attraverso i media per contribuire alla lotta contro la colonizzazione del mondo della vita da parte del sistema.

La quarta analizza le strategie con cui i media dominanti distorcono l’informazione in favore delle politiche di guerra del blocco occidentale.

Il libro si chiude con la spiegazione del metodo della sociologia comprendente Max Weber e presenta la relazione di Orsini sull’Ucraina, in Senato, del 4 dicembre 2018.

In libreria e in edicola con il Fatto Quotidiano

Prezzo:

16.00

Pagine: 320

ISBN: 9788831431873

Anno di Uscita: 2022

Libro da leggere – Ucraina Critica della politica internazionale

Da DonneCultura 20/06/2022 Di Redazione

L’intervista di Massimo Giletti al prof. Alessandro Orsini

Da La7 - Non è l'arena 20/06/2022 Di Redazione
Alessandro Orsini

Alessandro Orsini

Alessandro Orsini è professore di sociologia del terrorismo alla Luiss, dove ha fondato e diretto l’Osservatorio sulla sicurezza internazionale (2016-2022). È stato visiting scholar presso il Center for International Studies del Massachusetts Institute of Technology, dove è stato research affiliate dal 2011 al 2022. I suoi libri sono stati pubblicati dalle maggiori università americane e i suoi articoli sono apparsi sulle più prestigiose riviste scientifiche internazionali specializzate in studi sul terrorismo. È stato invitato a svolgere analisi sulla sicurezza internazionale dalla presidenza del Consiglio, dal ministero degli Esteri, dal ministero della Difesa, dal Parlamento italiano, dal Comando generale del corpo delle capitanerie di porto – guardia costiera, e dall’Istituto Alti Studi per la Difesa (IASD). È stato membro del comitato “Scenari Futuri” dello Stato maggiore della Difesa. È stato inoltre invitato a presentare i suoi studi in numerose università straniere, tra cui Harvard, MIT, Johns Hopkins, Brookings Institution, Trinity College, Boston College, NortheasternUniversity, NewYorkUniversity, Vilnius University-Institute of International Relations. Tra i suoi numerosi volumi, ricordiamo: Anatomy of the Red Brigades (Cornell University Press, 2011); Sacrifice: My Life in a Fascist Militia (Cornell University Press, 2017); Isis (Rizzoli, 2016); L’Isis non è morto (Rizzoli, 2018); Viva gli immigrati! (Rizzoli, 2019);Teoria sociologica classica e contemporanea (Utet, 2021) e la partecipazione al volume Stories from the Field (Columbia University Press, 2020).